sabato 18 febbraio 2017

CELLOLE - Volley, si respira aria di derby nella pallavolo cellolese


CELLOLE (Roberto Fusco) - Mentre la 2^ Divisione Femminile osserva un turno di riposo,  Domenica sera alle 20.30 presso la Palestra De Santis di Sessa Aurunca la 1^ Divisione Maschile affronterà la Volley Sessa.
Match difficile e allo stesso tempo affascinante, l'ultimo del girone di andata, con i nostri ragazzi che proveranno a difendere a tutti i costi il terzo posto proprio dalla compagine del Presidente Quintigliano che attualmente occupa il quarto posto in classifica con un punto in meno. Servirà dunque un'altra importante prestazione per portare a casa qualche punto contro un avversario che può contare su una rosa composta da atleti di esperienza e che già a settembre veniva definita come la favorita per la vittoria del campionato.
Dal canto suo, la Volley Cellole farà leva sulla consapevolezza di essere un grande gruppo, sulla serenità e sulla fiducia che il Mr Daniele Montecuollo ripone nei suoi giovani, autori finora di un ottimo campionato.
 Non resta che estendere l'invito a tutti voi, per domenica ore 20.30 a Sessa Aurunca, per sostenere i nostri atleti. Sempre Forza Volley Cellole.


CELLOLE / CASAMARE - Ennesimo raid, derubato un agricoltore. I residenti: vogliamo leggi più dure


CELLOLE / CASAMARE (Matilde Crolla) – Ladri in azione ancora una volta a Casamare. Nei giorni scorsi ad essere stata presa di mira l’abitazione di un agricoltore della zona, derubato di attrezzi e mezzi per il lavoro dei campi. Il furto è avvenuto intorno alle cinque del mattino, nonostante la frazione fosse stata pattugliata tutta la notte in lungo e in largo da parte dei carabinieri e di molti residenti, tra cui il responsabile alla Sicurezza del Ministero della Difesa, l’ispettore Rino Cannellino, Enzo, Vincenzo e Vito che ormai da diversi giorni stanno effettuando controlli mirati ad autoveicoli sospetti segnalandoli anche ai carabinieri. I militari dell’Arma della locale stazione di Cellole, tra l’altro, sono a loro volta intervenuti con giri meticolosi del territorio. Nonostante ciò, forse grazie alla conoscenza del territorio da parte dei delinquenti,i balordi sono entrati in azione mettendo a segno l’ennesimo furto. 
“Non accetto che adesso qualcuno ci inviti alla calma- ha dichiarato Cannellino-. Le forze dell’ordine fanno quello che possono. Il problema è che questi balordi si sentono tranquilli perché anche se arrestati dopo pochi giorni sono di nuovo fuori. Non hanno nulla da perdere. Vedo negli occhi di questi ragazzi, che sono da lodare e non attaccare, paura, voglia di fare, inventare, grinta. Un grazie a Enzo, a Vincenzo e a tutti gli altri giovani che si alternano tra l’allestimento del carro e il controllo pacifico della zona”. Intanto, proprio oggi sul suo profilo Facebook il sindaco di Cellole, Angelo Barretta, ha reso nota la comunicazione del Prefetto, dopo la richiesta inoltrata per l’istituzione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. 
“E’ un organo di consulenza del Prefetto per l’esercizio delle sue attribuzioni di autorità di pubblica sicurezza a livello provinciale- scrive il Prefetto-. In particolare può essere richiesto dal sindaco del Comune capoluogo. Per quanto riguarda la situazione descritta concernente i reati predatori nel territorio di competenza, si assicura che la stessa è attentamente monitorata dalle forze di polizia”.

SESSA AURUNCA - Maggioranza sulla strada di casa, Sasso vuota il sacco: "Sì agli accordi politici, no ai ricatti"


SESSA AURUNCA (Matilde Crolla) - “Sì agli accordi politici, no ai ricatti. Siamo già sulla strada di casa. La storia darà torto o ragione e martedì in Consiglio ne daremo ampio chiarimento”. 
Questo il nuovo commento del sindaco, Silvio Sasso, dopo l’incontro di ieri, l’ultimo avuto con la delegazione dei consiglieri dissidenti. Una dichiarazione secca ma esplicita. 
Questa mattina Sasso era sereno, pronto a trovare un accordo, disposto a provare il tutto per tutto per salvare l’amministrazione comunale da lui guidata. Ma qualcosa nell’arco della giornata deve essere cambiato. 
Non è dato sapere cosa. Ma a quanto pare i presupposti per trovare una sintesi non ci sono più neppure da parte sua. Martedì sarà possibile saperne di più, nel corso del consiglio comunale si assisterà alla resa dei conti e si conoscerà il destino politico dell’attuale amministrazione. 

CELLOLE - Taekwondo, la giovane promessa Sebastiano Myosotis si aggiudica la medaglia d'oro al Campionato interregionale


CELLOLE (Matilde Crolla) – Taekwondo: grande successo per il piccolo Sebastiano Myosotis (nella foto), dieci anni di Cellole, che oggi ha conquistato la sua prima medaglia d’oro al campionato interregionale tenutosi a Sant’Antimo, in provincia di Napoli. Sebastiano è uno dei brillanti allievi del maestro Gennaro Pengue di Mondragone che settimanalmente prepara i suoi ragazzi nella palestra di Toni D’Agostino a Cellole. 
Sebastiano Myosotis ha iniziato da circa cinque mesi questa esperienza e ha dimostrato da subito un’attitudine che ha lasciato piacevolmente sorpresi anche i giudici presenti al Campionato interregionale. Tant’è che al suo primo incontro si è già aggiudicato la medaglia d’oro ed in poco tempo è diventato cintura mezza gialla, grazie al superamento di un esame. Sebastiano è un diligente studente della quinta elementare e oggi ha regalato un’altra grande soddisfazione ai suoi genitori, Vincenzo Myosotis e Carmela de Martino.


SESSA AURUNCA - Insanabile strappo nella maggioranza, Sasso: ce l'ho messa tutta. Ianniello: poteva pensarci prima


SESSA AURUNCA (Matilde Crolla) – Sessa Aurunca questa mattina si sveglia nell’incertezza, nel dubbio su come saranno le prossime settimane, i prossimi mesi. In bilico. 
L’amministrazione comunale è in bilico. E così anche il territorio sessano con i suoi cittadini che rischiano di doversi preparare ad una nuova campagna elettorale, a distanza di un anno dall’ultima. L’incontro di ieri sera tra il sindaco, Silvio Sasso, e la delegazione dei consiglieri dissidenti non è andato bene. Si è trattata sicuramente di una riunione dai toni pacati e distensivi, diversa dalla precedente, ma al momento si continua a viaggiare su due binari diversi che difficilmente potranno convergere nelle prossime ore, prima del consiglio comunale di martedì. 
“Ieri sera andava raggiunto l’accordo politico che ritengo prioritario rispetto a tutto il resto, per consentire all’amministrazione di andare avanti”, lo ha dichiarato questa mattina il sindaco Sasso raggiunto telefonicamente. 
“Mi sono mostrato disponibile ad accogliere le richieste dei consiglieri dissidenti. Sul tavolo sono state messe le varie opzioni possibili ed io non ho avuto alcun problema ad accettarle. Ho manifestato tutta la volontà a trovare una sintesi per consentire a questa amministrazione di andare avanti per il bene della cittadinanza. Ma doveva essere raggiunto l’accordo politico- afferma il sindaco-. Nel momento in cui mi sono state poste questioni di carattere secondario, che vanno sicuramente affrontate quanto prima, ma non necessariamente prima di martedì, ci siamo bloccati e non siamo riusciti ad andare avanti”, ha spiegato Sasso. Per il primo cittadino fondamentale era trovare una sintesi su contenuti politici per far ripartire l’amministrazione; tutto il resto sarebbe venuto dopo sicuramente. “Non mi sarei sottratto dal cercare con loro un accordo anche su questioni di carattere amministrativo che sono sicuramente importantissime, ma non necessariamente in queste ore”. Le ‘questioni secondarie’ di cui parla il sindaco sono i punti di gestione come le deleghe assessoriali e la questione dei dipendenti. Sasso ha, inoltre, ribadito di essersi mostrato disponibile a concedere la presidenza del consiglio comunale e un diverso assetto dell’esecutivo. Ma la sua sensazione all’indomani della riunione è che la delegazione dei dissidenti stia cercando il cosiddetto ‘pelo nell’uovo’ per non andare avanti. Tutto ciò ci viene confermato dal leader del Circolo ‘Angelo Vassallo’, Filippo Ianniello che dichiara: “Purtroppo non ci sono più le condizioni minime per andare avanti. Troppe sono state le difficoltà riscontrate in questi mesi. La riunione di ieri sera è andata come era scontato che andasse. E’ vero che Silvio Sasso ha cercato di venirci incontro rispetto alle questioni di carattere politico, è vero che ci sono state delle aperture da parte sua nei nostri confronti. Ma se tutto questo ci fosse stato sette mesi fa, un mese fa, anche una settimana fa, sarebbe stato diverso- dichiara Ianniello-. Non c’è più fiducia, essa si guadagna nel tempo ed è venuta meno in questi sette mesi in cui abbiamo sùbito di tutto”. Ianniello conferma le parole di Sasso di un accordo possibile sulla giunta e sulla presidenza del consiglio comunale, ma le questioni secondarie di cui parla il sindaco per il leader della sinistra sessana sono prioritarie. 
“Non si può rinviare la questione della delega all’Urbanistica. Ma non per la delega in sé, ma per tutto ciò che essa comporta, soprattutto in una città dove si dovrà andare ad approvare il piano regolatore comunale- spiega Ianniello-. Non si può rinviare la discussione sui dirigenti, sul reintegro di Pasquale Sarao che è stato trattato come il peggiore dei dipendenti comunali. Non si può rinviare la discussione su Raffaele Aliperti che sarà sicuramente un ottimo professionista ma non può certo gestire solo lui l’Urbanistica, i Lavori pubblici, l’Ambiente. Non si può rinviare la discussione sulla presenza fissa di Lorenzo Di Iorio nella stanza del sindaco. Nulla contro la persona, ma completamente diversa da me sul piano politico”. 
Per Ianniello queste sono alcune delle questioni prioritarie che andavano affrontate prima di martedì e che Sasso ha, invece, ritenuto secondarie. Queste sono alcune delle ragioni per le quali questa amministrazione comunale potrebbe avere realmente i giorni contati.

venerdì 17 febbraio 2017

CASERTA / MONDRAGONE - 'Noi con Salvini', parte la campagna di adesione: gazebo nelle piazze


CASERTA / MONDRAGONE - Parte la campagna di adesione al movimento “Noi con Salvini”; la due giorni lanciata in ambito nazionale da Matteo Salvini vedrà scendere in piazza militanti e dirigenti del movimento anche in provincia di Caserta. 
I gazebo previsti per sabato pomeriggio e domenica mattina saranno svolti in contemporanea a Caserta ed a Mondragone. “Gli appuntamenti di sabato e domenica sono un momento d’incontro con i cittadini non solo per lanciare la campagna di adesione al movimento ma, anche, per illustrare le nostre proposte politiche e programmatiche: dal superamento dell’euro alla flat tax al 15%, dallo stop all’immigrazione clandestina all’abolizione della legge Fornero, passando per la sicurezza e la difesa del made in Italy” è quanto ha dichiarato il Coordinatore Provinciale Enrico Trapassi. 
Questi, nel dettaglio, i luoghi e gli orari dei gazebo: Sabato 18 Febbraio dalle 17:00 alle 20:30 Largo San Sebastiano - Caserta e dalle 16:00 alle 19:00 Viale Margherita - Mondragone; Domenica 19 Febbraio dalle 10:00 alle 13:00 Largo San Sebastiano - Caserta e dalle 9:00 alle 13:00 Area Mercato Via Fiumara - Mondragone.

SESSA AURUNCA - Stasera ci sarà la resa dei conti: Sasso incontra i dissidenti per l'ultima volta


SESSA AURUNCA (Matilde Crolla) – Venerdì 17: il giorno della resa dei conti. Suona come una profezia, ma si tratta solamente dell’ultimo incontro, quello definitivo, tra il sindaco dimissionario di Sessa Aurunca, Silvio Sasso, e i cinque consiglieri comunali ‘dissidenti’. 
Dopo la fumata nera di lunedì scorso e l’ulteriore sollecitazione dell’assemblea cittadina del Partito democratico a trovare un accordo per scongiurare la fine precoce di questa esperienza amministrativa, Sasso ha convocato ancora una volta, per l’ultima volta, i consiglieri firmatari della mozione di sfiducia. 
L’interpartitico è previsto per questa sera tardi. Dunque, domattina sarà possibile sapere se l’accordo è stato trovato o meno. Se si troverà una sintesi, così come auspicato dal Pd cittadino, martedì la mozione di sfiducia sarà ritirata diversamente si andrà a casa. Secondo una previsione la mozione che sarà votata martedì durante il consiglio comunale potrebbe ottenere la maggioranza dell’assise. Lunedì sera, intanto, Sasso incontrerà ancora una volta i referenti del Partito democratico cittadino per renderli partecipi dell'incontro di stasera.

SESSA AURUNCA / LAURO - Truffa sfiorata ai danni di una giovane impiegata, stranieri si spacciano per operai Enel


SESSA AURUNCA / LAURO (Matilde Crolla) – Truffa sfiorata questa mattina a Lauro di Sessa Aurunca. 
Una giovane impiegata stava uscendo di casa quando è stata avvicinata, mentre era nei pressi del cancello della sua abitazione, da tre uomini all’interno di un’auto di grossa cilindrata, tipo Jeep. 
Uno degli occupanti dell’auto è sceso, si è avvicinato all’impiegata spacciandosi per addetto dell’Enel. 
All’impiegata ha riferito che lui ed i suoi due colleghi stavano effettuando dei controlli dei contatori nella zona. La giovane donna, però, nel sentire l’accento straniero si è insospettita, ha capito che si stava trattando di una truffa e spaventata è tornata subito a casa. Gli uomini, consapevoli di essere stati smascherati, sono fuggiti a tutta birra con l’auto facendo perdere le loro tracce.

SESSA AURUNCA / SORBELLO - Finisce con la ruota dell'auto in una voragine profonda due metri, chiesti i rinforzi. LE FOTO ESCLUSIVE


SESSA AURUNCA / SORBELLO (Matilde Crolla) – Finisce con una ruota della sua Mercedes nel tombino di una fognatura e si apre una voragine profonda circa due metri. 
E’ successo da circa una mezz'oretta in piazza Tasso nella frazione di Sorbello. 
Il proprietario dell’auto stava effettuando una manovra quando ad un certo punto la sua vettura si è inclinata tutta da un lato. 
La ruota anteriore destra della Mercedes è finita completamente nella voragine, che ad un primo accertamento pare che sia profonda circa due metri e porti ad una galleria sotterranea. 
Massimo stupore dei presenti e di molti residenti giunti sul posto curiosi di assistere all'accaduto.
Per spostare l’auto è stato necessario chiedere l’intervento dei vigili urbani di Sessa Aurunca chiamati proprio dal titolare della Mercedes. SEGUONO LE FOTO ESCLUSIVE




SESSA AURUNCA / CELLOLE - Blitz della Finanza sulla Domiziana, sequestrata un'azienda per reato ambientale

Immagine di repertorio puramente dimostrativa

SESSA AURUNCA / CELLOLE (Matilde Crolla) – Blitz della Guardia di Finanza in un’azienda sita sulla Domiziana per reato ambientale. 
Le Fiamme Gialle di Sessa Aurunca questa mattina hanno effettuato un controllo mirato in un’azienda presente sulla strada statale Domiziana, in territorio di Cellole. 
I finanzieri hanno riscontrato la presenza nei pressi dell’azienda di detriti di demolizione edile, pali di cemento della corrente elettrica, rifiuti di varia natura come lamiere, traverse in legno e canalette del Consorzio di Bonifica ormai dismesse. Tutto il materiale era accumulato sul terreno all'interno dell'azienda. 
Per la Guardia di Finanza si tratta di una vera e propria discarica abusiva di materiale pericoloso che andava smaltito secondo le normative vigenti. Proprio per questo motivo, avendo riscontrato un reato contro l’ambiente, si è proceduto al sequestro dell’intera area.